Supplenze, quali sono di competenza del dirigente scolastico. Da quelle brevi ai posti liberi dopo il 31/12

Posti residui da GaE  e spezzoni pari o inferiori a 6 ore
I posti disponibili e vacanti non coperti tramite graduatorie ad esaurimento e gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore che non costituiscono cattedra, sono di competenza del dirigente scolastico.
Oltre alle succitate supplenze, sono di competenza del dirigente scolastico quelle di seguito indicate.
Supplenze brevi
Le supplenze brevi e saltuarie (malattia, maternità, infortunio…), ai sensi dell’articolo 7, comma 1 lettera b., del DM 131/07 (Regolamento delle supplenze), si attribuiscono dalle graduatorie di istituto.
L’art. 7 comma 3 del citato D.M. dispone che per la sostituzione dei docenti temporaneamente assenti, il dirigente scolastico provvede al conferimento delle relative supplenze esclusivamente per il periodo di effettiva permanenza delle “esigenze di servizio”, per cui il contratto deve avere una durata commisurata all’effettiva esigenza che la scuola ha di tenere in servizio il supplente in sostituzione del titolare assente.
In via generale il dirigente …







Leggi la notizia completa