“Ho solo la laurea”. Lettera

Io sono una docente precaria dell’estremo sud, del Salento per essere precisi, ed ho fatto la scelta di non lasciare la mia terra per andare ad insegnare “al nord” chissà per quanti anni; ho creato qui la mia famiglia, costruito la mia casa grazie al lavoro mio e di mio marito e cresciuto le mie figlie senza allontanarle dalle loro radici, dai nonni, zii e cugini…. È davvero una colpa voler insegnare al Sud? Stimo molto i docenti che vanno lontano da casa per insegnare, lo considero un sacrificio immane soprattutto per chi lascia qui i propri figli, non è una scelta semplice e scontata.
Letteratura e insegnamento sono sempre stati la mia vocazione, perciò mi sono laureata in Lettere quando ormai l’ultimo ciclo di SSIS si stava compiendo. Quando tutti andavano ad abilitarsi in Spagna o in Romania, ho atteso che il mio Stato organizzasse corsi abilitanti …







Leggi la notizia completa