Tutela della salute, solo per i docenti di ruolo. Precari discriminati

Il DPR 171/11 (comma 3, art. 3) stabilisce che è possibile sottoporre ad Accertamento Medico solamente il lavoratore che abbia superato il periodo di prova privando della medesima tutela (di questo si tratta) i lavoratori precari o in prova.
Toccherà quindi al datore di lavoro scegliere cosa fare: rassegnarsi alla discriminazione con tutte le evidenti conseguenze come nel presente caso o forzare la mano inoltrando la richiesta motivata di visita medica collegiale nonostante l’impedimento di legge. Nella seconda opzione la relazione da predisporre per il Collegio Medico di Verifica (CMV) dovrà illustrare le ragioni della richiesta nonché le circostanze (segni e sintomi) che la determinano.
In attesa che istituzioni, sindacati, politica, e soprattutto il MIUR, pongano rimedio alla grave (incostituzionale?) discriminazione, consiglio sempre ai dirigenti scolastici di rompere gli indugi pretendendo per sé il ricorso all’Accertamento medico ogni qualvolta necessario e a prescindere dal fatidico superamento del periodo di prova del …







Leggi la notizia completa