Per la docente di Palermo sospesa, intervenga il Presidente Mattarella

Rosa Maria, al limite della pensione , che ha speso la sua vita nella scuola, donna di grande equilibrio, sensibilità e cultura, come emerge dalle numerose interviste,deve essere reintegrata immediatamente, i suoi studenti hanno bisogno di lei e lei di loro, deve essere risarcita e accolta al Quirinale dove le devono essere chieste pubbliche scuse in nome del Popolo Italiano.
Il Direttore regionale e le autorità scolastiche coinvolte nel provvedimento di sospensione dell’insegnante di Italiano e Storia palermitana, devono essere sanzionate e rimosse.
Invito tutti i docenti italiani a inviare documenti di solidarietà e di protesta al Presidente della Repubnlica, al Presidente del Consiglio Conte e ai Parlamentari.
Una brutta pagina questa della nostra Scuola che va chiarita subito, lo dobbiamo ai nostri figli, a noi stessi, ai nostri padri e ai nostri nonni che morirono per dare a questo Paese la libertà di pensiero, di parola, di opinione …







Leggi la notizia completa