Maturità 2019, Colloquio: materiale “non noto” nelle buste. I dubbi degli insegnanti

“[…] Anche in considerazione della “buona volontà” dimostrata dagli insegnanti nell’adeguarsi ad un’emergenza che, a ben vedere, si sarebbe potuta evitare attraverso una tempistica meglio ponderata, non possiamo esimerci dal manifestare tutto il nostro disappunto per le “Osservazioni e considerazioni sul colloquio, a cura della struttura tecnica dell’esame di Stato” diramate nei giorni scorsi dal MIUR e che di fatto  nella conferenza di servizio del 12 aprile u.s..
A proposito della prima parte del colloquio, che in base al testo del DM, poi confermato dall’OM, mira a “verificare l’acquisizione dei contenuti e dei metodi delle singole discipline, nonché la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di metterle in relazione per argomentare in maniera critica e personale, utilizzando anche la lingua straniera”, le ultime precisazioni da parte del MIUR e dell’USR concordano (anche se con alcune varianti, come si vedrà in seguito) nell’affermare che …







Leggi la notizia completa